Archivio per 16 marzo 2011

-Verso l’unità d’Italia: le tappe del risorgimento-   5 comments

  • centocinquanta  1820-1821: i primi moti carbonari a Napoli e a Torino, repressi presto dalle potenze europee della Santa Alleanza. 1830-31: Nuove insurrezioni in Emilia-Romagna, anche queste ben presto represse con l’intervento delle truppe austriache. Uccisione di Ciro Menotti, capo della rivolta. 1831: Nel suo esilio politico Giuseppe Mazzini fonda a Marsiglia in Francia il movimento repubblicano “La giovine Italia“. 1832: Il carbonaro Silvio Pellico pubblica “Le mie prigioni”, resoconto della sua detenzione per motivi politici. 1848: Prima guerra d’indipendenza, moti insurrezionali in tutta Italia, dichiarazione di guerra di Carlo Alberto di Savoia all’impero austriaco. Verso l’unità d’Italia: le tappe del risorgimento

    1849: Controffensiva dell’impero asburgico, assedio e resa di Roma e Venezia, fine di tutte le esperienze rivoluzionarie, sconfitta di Carlo Alberto che abdica in favore del figlio, Vittorio Emanuele II.

    1858: Accordi di Plombières, allenaza tra Cavour, primo ministro del regno di Sardegna e Napoleone III.

    1859: Guerra del Regno di Sardegna e della Francia contro l’Austria. Vittoria dell’esercito franco-piemontese: la Lombardia viene data al Regno di Sardegna. Annessione tramite referendum del ducato di Parma, di quello di Modena, dell’Emilia-Romagna e della Toscana.

    1860: In cambio dell’aiuto ricevuto il regno di Sardegna cede alla Francia Nizza e la Savoia.

    1860: Spedizione dei Mille di Giuseppe Garibaldi in Sicilia per liberare il Sud Italia. Incontro tra Garibaldi e Vittorio Emanuele II il 26 ottobre 1860 a Teano: il primo cede il Sud Italia al secondo. Fine dei progetti repubblicani di Garibaldi e Mazzini. A novembre anche Marche e Umbria sono annesse al Regno di Sardegna sempre tramite plebiscito.

    17 marzo 1861: Vittorio Emanuele II è proclamato Re d’Italia “per grazia di Dio e volontà della nazione.” La costituzione liberale si rifà allo Statuto albertino.

    firmaconbandiera

  •  

Pubblicato 16 marzo 2011 da Franky Libe in Senza categoria

L’amica Aury ha pubblicato una divertente barzellettina e mi ha fatto venire voglia di cercarne altre…con questa giornata grigia vediamo se riesco a far sorridere qualcuno…..   6 comments

 

 

 

Un carabiniere rientra in servizio dopo le ferie

ed il collega gli chiede dove ha trascorso le vacanze.

“A Bora Bora ! ” risponde lui

E l’altro:

“Guarda che ci sento bene, mica devi dirmelo 2 volte !”

 

Photobucket

Un carabiniere e sua moglie decidono di adottare un figlio.

Vanno in Cambogia e scelgono un piccolo cambogiano di pochi mesi.

Tornati in Italia si recano a Napoli

dove ha sede l’Istituto di Lingue Orientali

e chiedono al Direttore di poter frequentare i corsi di lingua khmer.

“Come mai? ” chiede il Direttore.

E il carabiniere: “Abbiamo adottato un piccolo cambogiano.

Fra poco incomincera’ a parlare e vorremmo capire che cosa dice! “.

Photobucket 

Un amico spiega ad un carabiniere cos’e’ la logica:

“Ora ti spiego, io ho un acquario, cosa ti fa pensare?

” “All’acqua!” “E l’acqua?” “Al mare!” “E il mare?” “Alle donne in spiaggia!”

“Vedi, a te l’acquario secondo la logica ti ricorda le belle donne”.

Il Carabiniere torna in caserma e dice ad un suo collega:

“Stasera ho imparato la logica!”

E l’altro: “Cos’e’?”. “Ora ti spiego: hai un acquario in casa?”.

“Io no…”. “Allora sei un frocio!

Photobucket

 

Un carabiniere entra in un grande magazzino

dove trova in vendita degli occhiali “che spogliano”.

Malgrado il costo elevato si lascia convincere a comprarli

e uscito dal negozio si rende conto che

effettivamente vede le donne “nude”.

Dopo aver passato il pomeriggio a “divertirsi”

ritorna a casa deciso a mostrare gli occhiali magici alla moglie.

Entra, ma non la trova, la cerca in tutte le camere

e alla fine entra in camera da letto …

e trova la moglie e un suo collega

completamente nudi sdraiati a letto.

Un po’ sorpreso il carabiniere si toglie gli occhiali

e vede ancora tutti nudi.

Allora esclama: “Maledizione!

Se penso che ho pagato questi occhiali

300.000 lire e si sono gia’ rotti!”.

Photobucket

 

 

Photobucket

Pubblicato 16 marzo 2011 da Franky Libe in Senza categoria

Buon mercoledì   6 comments

cartolinaF.cartolinabuon mercoledi

Pubblicato 16 marzo 2011 da Franky Libe in Senza categoria

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: